ASCOLI PICENO – Seconda vittoria consecutiva per l’Ascoli che supera per 1-0 il Pordenone in Friuli; a decidere il match il colpo di testa di Salvi sul corner battuto da Maistro.

“Sapevamo sarebbe stato una partita tosta – dichiara a fine gara Andrea Sottil – Quando vieni a giocare contro l’ultima hai tutto da perdere in termini di approccio e di prestazione, il Pordenone si trova in questa situazione di classifica ma ha degli ottimi giocatori, purtroppo per loro stanno attraversando un periodo negativo ma non era scontato il risultati, a Pisa hanno fatto una grande prestazione. Faccio i complimenti ai ragazzi, hanno saputo interpretare bene la partita che dovevamo fare, ovvero una partita maschia, di seconde palle e di contrasti; la squadra ha meritato la vittoria ed ha difeso bene fino all’ultimo. Ha fatto bene anche chi è entrato, sono contento; questa, come aveva detto il direttore Valentini, era una partita molto importante, dopo la sosta c’era il pericolo di non partire con il piglio giusto, invece sono arrivati tre punti fondamentali per il nostro percorso. All’interno di un campionato ci possono essere periodi con un po’ di nebbia, l’importante è restare uniti, cosa che abbiamo fatto, sentendo la fiducia della società”.

“La compattezza che abbiamo creato – continua il tecnico bianconero – ci ha reso consapevoli che ne saremmo usciti e ne siamo usciti facendo questo tipo di prestazioni: mettendo davanti agonismo, cattiveria ed attenzione, tutti ingredienti che questa squadra ha. Avanti per questa strada, godiamoci questa vittoria perché è giusto, poi prepareremo la settimana per Monza. Botteghin? E’ un grande calciatore, il suo vissuto parla chiaro, non giochi per caso al suo livello per tanti anni vincendo gli scudetti da capitano; ci ha messo un po’ ad integrarsi ma lo sapevo perché veniva da un altro calcio. E’ un grandissimo professionista e un grande uomo, oggi sono contento per il suo traguardo delle 500 presenze tra i professionisti. In casa a volte devi fare più la partita e trovi squadre più chiuse e che ripartono, fuori casa si sfruttano di più gli spazi, anche se oggi il Pordenone si chiudeva molto e lasciava a noi il palleggio; i ragazzi hanno fatto bene, bisogna continuare con questa mentalità, con la voglia di rincorrere tutti”.

“Sono contento per il gol – dichiara l’uomo partita Alessandro Salvi – Ma soprattutto per i tre punti, non era una partita facile su un campo difficile contro un avversario che doveva cercare in tutti i modi di vincere. Il gol? Ci lavoriamo tanto sui calci piazzati, a volte escono altre no, oggi li abbiamo battuti bene, Maistro ha messo un gran palla ed io ho preso bene il tempo. Oggi era una partita molto difficile, sulla carta poteva sembrare un avversario abbordabile ma in Serie B non ci sono gare facili; loro ci hanno messo in difficoltà ma noi siamo stati bravi e ci siamo difesi bene, portiamo a casa tre punti pesanti. Dietro siamo stati molto attenti e bravi, loro hanno giocatori sia rapidi che strutturati, ci siamo comportati bene e li abbiamo contenuti”.

“Entrare negli ultimi minuti non è mai semplice – le parole di Michele Collocolo – Era un momento della partita difficile ma chi entra deve sempre farsi trovare pronto. Si sta formando un bel gruppo, va forte sia chi gioca dall’inizio sia chi entra, è questo lo spirito che bisogna avere in ogni partita. Oggi non bisognava guardare la classifica, sapevamo che non sarebbe stato semplice, l’abbiamo affrontata nei migliori dei modi. Dobbiamo cercare di fare i punti che facciamo in trasferta anche in casa, servirà questo spirito di squadra e di gruppo. Riprendere dopo la sosta non è mai semplice, anche a livello fisico, ma ci siamo fatti trovare pronti e dobbiamo continuare su questa squadra. Con il Monza sarà una partita importantissima, dovremo farci trovare ancora più pronti di oggi”.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.