di Marco Nardoni, e Marco Fornaci

CASTIGNANO – Dal 17 al 21 agosto come tutte le estati da oltre trent’anni è andata in scena la 31a Edizione del Templaria Festival, un evento all’insegna della riscoperta storica e del passato ricco di vita del paese di Castignano.

Già dall’ingresso al borgo antico, ci si immerge in un’ambientazione all’insegna dell’era medioevale e del folklore tipico al suono di tamburi, flauti e cornamuse.

I costumi, i colori, le luci e i profumi poi ti portano indietro di 800 anni come per la magia che trasmettono.

E di magia se ne assapora tanta nel susseguirsi di spettacoli e scenette, tra mangia fuochi, giocolieri, ballerini, figuranti e cavalieri templari in carne ed ossa.

Camminando per le vie della città tra banchetti, taverne con menù medievali e botteghe d’artigiani si assaporano i gusti e gli odori di un epoca che questo festival da oltre sei lustri riporta alla memoria.

“10 teatri, 30 compagnie, 82 spettacoli a sera, 156 artisti” questi sono i numeri che danno infine vita al “più grande palcoscenico medievale d’Italia”.

“Un’edizione record per quanto riguarda le presenze registrate, per una kermesse apprezzata per l’elevata qualità degli spettacoli offerti, per le scenografie e per l’ottimo cibo e il vino che hanno deliziato i palati – fanno sapere gli organizzatori – Apprezzata l’idea del doppio show in Piazza San Pietro per permettere a più persone di godere dello show della Compagnia dei Folli e del Teatro dei Ramino e delle acrobazie con il fuoco dei Mercenari d’Oriente. Trenta compagnie teatrali, 156 artisti e 82 spettacoli in programma ogni sera per un totale di oltre 400 spettacoli complessivi”.

“Un’offerta – ha dichiarato il direttore artistico Rosaria Tomassini – che non solo è unica in Italia per numero di spettacoli, ma che è anche caratterizzata dalla presenza di grandi professionisti, tutti indistintamente di alto livello a prescindere dalla piazza o dal palco che è stato loro affidato e che ringrazio di cuore per aver emozionato gli spettatori e valorizzato l’intero, magnifico borgo della nostra amata Castignano”.

Templaria Festival anche quest’anno ha calamitato l’attenzione di tanti turisti anche da fuori regione: “Credo che possiamo davvero essere tutti molto soddisfatti – ha commentato il Presidente della Pro Loco Eros Iacoponi – Dispiace aver dovuto annullare la serata del venerdì a causa del maltempo e dell’allerta gialla della Protezione Civile, ma non c’erano le condizioni di sicurezza necessari per allestire gli spettacoli. E’ stata una grandissima Templaria con tanta voglia di ripartire e di tornare a divertirsi con i nostri spettacoli. Sono state serate molto emozionanti anche per noi castignanesi che abbiamo vissuto le edizioni precedenti e che abbiamo sofferto nei due anni di Pandemia. Siamo strafelici di aver raggiunto il sold-out per le nostre serate merito della promozione fatta e del gran lavoro dei ragazzi della Pro Loco. Abbiamo dovuto chiudere le porte ad un certo punto della serata perché abbiamo studiato per mesi un piano di emergenza valutando un numero massimo di ingressi che però non abbiamo voluto raggiungere per dare a tutti l’opportunità di muoversi all’interno del centro di Castignano con una certa libertà. Sappiamo bene che ci sono cose che dovranno essere migliorate e per questo accettiamo anche le critiche perché devono spronarci a fare sempre meglio. I ringraziamenti maggiori – ha concluso il Presidente Iacoponi – vanno agli abitanti di Castignano e ai ragazzi della Pro Loco che volontariamente e gratuitamente hanno offerto il loro tempo libero per la migliore riuscita dell’evento. Grazie anche al Comune di Castignano e in particolare al Sindaco Fabio Polini, a tutte le Forze dell’Ordine e agli enti che ci sostengono: Regione Marche, Camera di Commercio, Bim Tronto, Banca del Piceno e Cantine di Castignano. Vi aspettiamo a Templaria Festival nel 2023”.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.