APPIGNANO DEL TRONTO – Nell’ambito del Festival MArCHESTORIE Racconti & tradizioni dai borghi in festa, ad Appignano del Tronto, dal 2 al 4 settembre 2022 si svolgerà l’evento “Inutile fare con più ciò che si può fare con di meno”

Viaggio nei tempi e nel pensiero di Marchia, de Pignano, de Esculo, ovvero Francesco D’Appignano.

 Francesco d’Appignano, filosofo, teologo e pensatore, nacque ad Appignano del Tronto tra 1285 e il 1290, e fu uno dei teologi più attivi all’Università di Parigi nella prima metà del Trecento. Una figura di rilievo non solo dal punto di vista filosofico, ma anche religioso e sociale ed il cui pensiero è studiato e conosciuto più nei luoghi dove egli ha operato che nel paese che lo ha visto nascere, come purtroppo accade assai spesso.

Proprio per questa ragione, Il Comune di Appignano del Tronto in collaborazione con la compagnia teatrale Laboratorio Minimo Teatro e La Casa di Asterione ha deciso di dedicare il Festival MArCHESTORIE a questo importante cittadino appignanese che, da un piccolo paesino marchigiano è arrivato fino all’Università di Parigi e allo scontro con il Papa, a fianco dei più importanti filosofi medievali. Si conosceranno anche cose nuove, aneddoti, curiosità del medio evo, ma si ride anche, con la filosofia che a volte è maestra di vita.

L’evento si articolerà in tre spettacoli principali che si svolgeranno dal venerdì alla domenica.

Venerdì 2 settembre, alle ore 18:00, presso il Cortile dell’ex asilo (Via Roma 146) avrà luogo il laboratorio e spettacolo teatrale per bambini, intitolato “Raccontando Francesco d’Appignano”. Lo spettacolo e laboratorio teatrale ha l’obiettivo principale di divulgare e far conoscere la vita ed il pensiero di Francesco d’Appignano non solo ai cittadini adulti, ma anche ai bambini attraverso un linguaggio semplice ed un laboratorio in grado di coinvolgerli in prima persona.

Il laboratorio teatrale è rivolto ai bambini di età compresa tra i 4 e i 10 anni.

Sabato 3 settembre, alle ore 21, in Piazza Umberto I ci sarà lo spettacolo teatrale “Inutile fare con più ciò che si può fare con di meno” a cura della compagnia Laboratorio Minimo Teatro.

Attraverso l’arte, mischiando divulgazione e spettacolo, si forniranno informazioni sulla vita, si racconteranno gli aneddoti, ma soprattutto si farà conoscere a chi verrà a trovarci, il pensiero di questo pensatore francescano che ha dato lustro al paese natale ed anche a tutto il territorio marchigiano nel mondo.

 Domenica 4 settembre, alle ore 16, avrà luogo la passeggiata naturalistica “Tra sentieri e calanchi incontrando la storia”. I partecipanti percorreranno quegli stessi sentieri, segnati e calpestati da secoli, con di fronte agli occhi le rughe dei calanchi. Sarà possibile sfiorare le erbe e respirare appieno gli odori della campagna, del timo e della Pimpinella, col ronzio degli insetti come colonna sonora.

Nel corso della passeggiata, presso l’agriturismo Il Gigante, i partecipanti avranno la possibilità di assaggiare una degustazione medievale al costo di 15 euro.

È necessaria la prenotazione.

Per maggiori info e prenotazioni:

-chiama 0736 817701

-manda una mail a: [email protected]

 

 

 

 

 

 


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.