CASTORANO –  Mancano pochi giorni all’inizio del Festival Fàvolà a Castorano, che si terrà dal 23 al 30 settembre. Il protagonista sarà Pinocchio e il famoso burattino di Collodi attrae da sempre grandi e piccini.

“L’Amministrazione comunale – commenta il Sindaco Graziano Fanesi –  cerca di essere vicina ai bimbi, ai giovani e alle famiglie. Castorano non poteva che ospitare Fàvolà e siamo felici che dopo anni di stop, dall’ultima edizione del 2017 nei luoghi del cratere, il festival riparta proprio da qui, con la sua nona edizione. Ringrazio per l’impegno di mesi di organizzazione le consigliere Daniela Vittori e Antonella Tozzi, l’associazione I Luoghi della Scrittura per averci scelto e la dipendente comunale Antonella Capecci per aver fatto da tramite”.

“Quello di Antonella Capecci è stato un apporto fondamentale – aggiunge la consigliera Vittori –  . Soprattutto post pandemia, diventano fondamentali questi eventi pensati per i piccoli castoranesi. Speriamo che il territorio si dimostri ricettivo alla bellissima iniziativa”.

Il festival, finanziato dalla Regione Marche, si svolgerà per 7 giorni, in due fasi distinte: la mostra di collezionismo  “Pinocchio, 140 anni e non li dimostra”, allestita al Teatrino parrocchiale di via Roma, in cui si troveranno libri, giocattoli, francobolli; poi eventi collaterali che si terranno ogni mattina e pomeriggio.

“Tra questi – aggiunge Cinzia Carboni, organizzatrice del Festival – ricordo lo spettacolo di burattini (venerdì 23), la presenza di Andrea Balestri, il piccolo Pinocchio nella serie di Comencini che racconterà diversi aneddoti (sabato 24), il concerto spettacolo del quintetto fiati Gianni Rodari che racconterà storie in musica (domenica 25), Il CantaFavole di Gianluca Lalli (giovedì 29) e la messa in scena La verità con le gambe lunghe, della compagnia Visionaria nell’ambito del progetto Marche in Vita, lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma, in collaborazione con l’Amat”.

Mimma Tranquilli (altra organizzatrice del festival), sottolinea che gli alunni della scuola per l’infanzia e primaria saranno gli interlocutori privilegiati, dato il carattere favolistico della vicenda.

Ogni attività verrà adattata all’età dei bambini presenti. Inoltre i numerosi laboratori che si terranno tutti i giorni, saranno propedeutici a delle attività didattiche da svolgere a scuola.  

“Durante i laboratori – precisa Letizia Guidi collezionista di Pinocchi e tra le organizzatrici del Festival – i bambini potranno mettere in pratica creatività e manualità e potranno continuare a riflettere sulla morale del libro di Collodi anche in classe”.

La mostra sarà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 13 e il 24-25 e 30 settembre anche dalle 17 alle 19:30. Ogni bambino riceverà in dono una copia del libro di Fàvolà. 

Presente anche Mimmo Minuto, dell’Associazione “I luoghi della scrittura” che ha elogiato Castorano per la bella accoglienza dell’evento e per “la bellezza incredibile del suo territorio”.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.