URBISAGLIA – “Non si possono fare paragoni tra il terremoto del 1997 e quello del 2016, ci sono differenze per le dimensioni del sisma, per il mutato contesto sociale, l’economia, la pubblica amministrazione, gli strumenti della comunicazione”.

Lo ha detto il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli durante il convegno “1997- 2017. I terremoti e le Marche. Rinascita e Ricostruzione” all’Abbadia di Fiastra.

Il Governatore ha aggiunto: “Ma si possono prendere spunti positivi da quell’esperienza, come il trasferimento di competenze ai territori, con i quali già stiamo lavorando insieme. E’ impossibile immaginare la ricostruzione senza i sindaci” afferma Ceriscioli.

Paragoni impossibili anche per l’ex presidente della Regione Marche Vito D’Ambrosio, in carica nel 1997: “Anche se la ricostruzione nelle Marche è stata esemplare quanto quella del Friuli secondo uno schema che privilegiava il decentramento ai territori. Una ricostruzione che ha salvato vite umane nel sisma dello scorso anno”.

(Letto 244 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 244 volte, 1 oggi)