ASCOLI PICENO – Nel fine settimana, da poco passato, i carabinieri di Ascoli Piceno hanno effettuato una serie di controlli coordinati nei territori del capoluogo.

I servizi sono stati intensificati nelle giornate di giovedì, venerdì e sabato allo scopo di prevenire sia i furti in danno delle abitazioni e per monitorare e  tenere sotto controllo il fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcoolica.

Il territorio rischiava di diventare “un polo attrattivo” sia per i malviventi (che approfittano dell’assenza dei proprietari per svaligiare le abitazioni) sia per i giovani che tendono ad “alzare il gomito” nella frenesia della fine settimana.

Sono state impegnate 8 pattuglie nei pressi di centri di aggregazione e anche sulle strade che conducono dall’entroterra alla Riviera e viceversa.

Oltre all’arresto di un 39enne, resosi protagonista di un furto con zuffa (CLICCA QUI), è stato eseguito un altro fermo.

Un 50enne originario di Sant’Elpidio a Mare non ha rispettato gli obblighi di detenzione presso una comunità terapeutica del Ternano. E’ stato sorpreso nei pressi del centro storico ascolano mentre si intratteneva con altri uomini pregiudicati.

Al termine delle operazioni di rito, che tra l’altro permettevano di appurare che in capo all’uomo vi era pendente un’ordinanza di carcerazione per reati inerenti la ricettazione di merce rubata, il 50enne è stato arrestato e condotto presso il carcere di Marino del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 433 volte, 1 oggi)