ASCOLI PICENO – Si è chiusa al primo turno la bellissima avventura di Stefano Travaglia al prestigioso torneo del Grande Slam di Wimbledon. Il 25enne tennista ascolano, sul campo numero 15 dell’All England Lawn Tennis and Croquet Club di Londra, ha lottato come un leone contro il 20enne russo Andrey Rublev (numero 92 del ranking Atp) cedendo solamente al quinto set con il punteggio di 7-6, 3-6, 5-7, 6-1, 5-7.

“Tutte le disavventure che ho avuto mi hanno fatto crescere, certo non è detto che se non avessi avuto gli infortuni del passato adesso sarei stato top-50, magari sarei stato peggio – ha detto in conferenza stampa Travaglia, supportato da tempo nella sua attività sportiva dalla Piceno Gas Vendita -. Ero uno nervoso in campo, ho imparato a tenere un atteggiamento professionale. Per me il tennis è una grande passione, lo faccio con il massimo impegno. I nastri sfortunati? Esistono per me e per l’altro, non ci penso quando succede. Dovrei arrivare alla posizione numero 139 del ranking Atp adesso. Alla fine la partita è girata per un soffio, sono contento di come ho giocato“.

(Letto 79 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 79 volte, 1 oggi)