MALTIGNANO – L’amministrazione comunale di Maltignano ha provveduto, il 7 settembre, a segnalare alle autorità competenti gli ultimi casi di estremo disagio avvenuti a Caselle nelle serata del 1 e 5 settembre dove sono giunte al Comune numerose segnalazioni di maleodori avvertiti dalla popolazione.

Tali disagi, purtroppo , non si stanno rilevando isolati ma in questa stagione più volte i residenti della frazione hanno lamentato analoghi episodi, come già segnalato da questo Comune alle autorità preposte.

Pur da verificare le origini di queste ultimi odori, tali eventi rafforzano la posizione di questa amministrazione che nella ultima conferenza dei servizi tenutasi in provincia lo scorso luglio ha confermato la forte posizione negativa nei confronti della valutazione di impatto ambientale per la modifica e ammodernamento dell’impianto di pretrattamento rifiuti di proprietà del Consind.

Pur riconoscendo che nel progetto ci sono elementi migliorativi come la copertura delle vasche al fine di eliminare i cattivi odori, si ravvisa che ogni modifica progettuale risulta vana se sono chiare le modalità di rilascio dell’autorizzazione in essere, per la quale il comune di Maltignano si è opposto in ogni sede, e considerato che esiste un ricorso al Tar pendente, e se non viene risolto il problema attuale dei miasmi provenienti dalla zona industriale Bonifica e dall’impianto in particolare.

In quella sede il comune di Maltignano ha sottolineato con forza che in alcuni ore della giornata l‘aria è irrespirabile e che le modifiche fatte un anno fa, imposte da questo comune, con l’allestimento di un assorbiodori, sono insufficienti a garantire una convivenza civile con la popolazione di Caselle di Maltignano.

Il comune, ricordando che l’autorizzazione spetta alla Provincia di Ascoli Piceno, quindi, ha confermato ad essa il parere negativo all’ attuale impianto ritenendo che quella tipologia di industria non può stare in quel sito in quanto per motivi di esondabilità, cattivi odori e eccessiva vicinanza dalla frazione di Caselle.

Continuerà nella segnalazione del disagio agli organi preposti come fatto anche in questa occasione e fino ad ora ed ha chiesto anche l’istallazione di uno strumento ulteriore per misurare la qualità dell’aria.

Il Comune invita inoltre i cittadini a segnalare al numero di pronto intervento Arpam in caso di maleodori in zona.

Alla ultima conferenza erano presenti il Sindaco di Maltignano Armando Falcioni, il vice nonché assessore all’ambiente Fausto Spurio, il tecnico comunale ed il legale dell’Ente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 164 volte, 1 oggi)