OFFIDA – “Un’estate quella che è appena trascorsa, all’insegna di alcune parole chiave: passione, dinamicità, sinergia e determinazione”.

Così l’assessore alla Cultura e al Commercio, Isabella Bosano, ha definito la stagione estiva 2017 della Città del Sorriso. E a queste occorrerebbe aggiungere la parola successo: “Perché Offida è ormai  tra i leader del turismo regionale”.

“Il Sindaco aveva lanciato una sfida – spiega Piero Antimiani, assessore al Turismo – per questa estate, in risposta agli eventi drammatici che si sono succeduti a Offida, che è nel cratere del terremoto. Grazie a un’attività promozionale e alla qualità degli eventi, nonostante i tanti timori, penso che ce l’abbiamo fatta. E i dati raccolti ci danno ragione e anche la forza per organizzare la stagione autunnale e poi quella natalizia. Perché Offida non rimane mai ferma”.

Un lavoro, quello dell’Amministrazione, iniziato a marzo scorso e che ha potuto contare sulla dedizione e la passione dei cittadini e delle tante associazioni presenti nel territorio, che hanno reso possibile, grazie alla grande sinergia, una crescita del brand IOffida.

Tornando alle parole chiavi, è proprio la sinergia tra amministrazione e associazioni il vero motore della Città del Sorriso. “Quando si raggiungono risultati di questo genere – ha sottolineato Claudia Almonti dell’Oikos – è proprio grazie alla grande collaborazione. Eventi come Offida Jazz & Wine e Ciborghi hanno registrato dei grandi numeri e durante la Settimana del Merletto, al primo meeting delle merlettaie in Piazza del Popolo c’erano 100 ricamatrici provenienti da tutta Italia”.

“E’ tempo di fare i bilanci di un’estate positiva – aggiunge Tonino Pierantozzi, presidente della Pro Loco –  A GustandOffida ci sono stati 1200 ingressi in un’ora e mezza, il 50esimo della Sagra del Chichì è stato un successo. A Offida le manifestazioni riescono per l’altissimo livello di organizzazione a cui siamo arrivati: con il Fof, nonostante le oltre 10 mila presenze in 3 giorni, abbiamo garantito un ristoro veloce per far sì che nessuno si perdesse gli spettacoli. Sì, possiamo ritenerci soddisfati, ma non rilassarci troppo (sorride, ndr): il Carnevale è vicino!”.

La dinamica estate offidana è stata caratterizzata da eventi a 360° (danza, teatro, musica, enogastronomia, spettacoli), che hanno coinvolto non solo il territorio ma anche i turisti.

“Laddove è forte il turismo ne giova la cultura e anche il commercio – continua la Bosano –  ricordo, ad esempio l’iniziativa del 16 agosto, la Notte Aurea dei commercianti, che è stata ricchissima di visitatori. Inoltre non posso non sottolineare, e con orgoglio, l’esplosione culturale di emozioni che ha suscitato nel pubblico la settimana della lirica”.

Non si sarebbe potuto far molto senza la determinazione: Offida non si è fermata con il terremoto, nonostante gli ingenti danni del centro storico.

“Neanche il terremoto è riuscito a stoppare la crescita turistica offidana. Abbiamo dato una risposta immediata ed esecutiva ai problemi  dovuti al sisma – commenta in conclusione il Sindaco Valerio Lucciarini – da subito, ad esempio, abbiamo pensato alla sicurezza del Palazzo Comunale, schermando con il legno le grappe posizionate per il sostegno delle colonne. Questa priorità ha dato i suoi frutti. Quest’estate abbiamo riscontrato dei numeri davvero straordinari. Posso anticiparne uno: Santa Maria della Rocca ha contato il 77% in più di visite rispetto all’anno scorso e ciò nonostante il percorso guidato all’interno della struttura sia ancora ridimensionato, a causa del terremoto. La crescita turistica offidana era l’obiettivo strategico di questa amministrazione e siamo consapevoli di esserci riusciti. Ora il prossimo obiettivo sarà la valorizzazione culturale del vino. Dovremo lavorarci fin da subito”.

(Letto 90 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 90 volte, 1 oggi)