ANCONA – È stato dichiarato morto il bimbo di 22 mesi di Fermo caduto nei giorni scorsi nella piscina di un’abitazione a Penna San Giovanni (Macerata), lesionata dal terremoto, in cui si trovava con la nonna alla quale i genitori, che erano al lavoro, lo avevano affidato.

Il 26 ottobre era stata dichiarata la morte cerebrale ed era iniziato il monitoraggio di sei ore prima dello spegnimento dei macchinari che lo tenevano in vita.

La donna è stata denunciata dai carabinieri per omicidio colposo conseguente ad abbandono di minore. Il piccolo è morto nell’ospedale Salesi di Ancona, dove era ricoverato nel reparto di rianimazione pediatrica. I genitori hanno autorizzato l’espianto degli organi per la donazione.

(Letto 546 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 546 volte, 1 oggi)