ASCOLI PICENO – Sono stati resi noti, in questi giorni, le cifre raccolte dai noti “sms solidali” e dove verranno investiti.

I progetti finanziati grazie al contributo degli italiani attraverso il 45500 e il conto corrente dedicato all’emergenza del terremoto 2016.

Il denaro andrà ad aiutare le regioni Marche. Umbria, Lazio e Abruzzo.

In provincia di Ascoli 250 mila euro a Montegallo per una scuola, 750 mila a Montalto Marche, 2 milioni e 150 mila euro per la sede comunale di Arquata e tre milioni per il recupero della grotta sudatoria di Arquata del Tronto.

Nel Teramano andranno due milioni e 850 mila euro a Corropoli per il liceo Scientifico “D’Annunzio”.

Il Comitato “Terremoto centro Italia” contesta l’assegnazione definitiva dei soldi ricavati dalle donazioni degli italiani: “Si confermano opere pubbliche fuori dal Cratere, ammodernamento di strade poco frequentate, grotte sudatorie chiuse da più di vent’anni, elisuperfici e altro – annunciano in una nota – In questo modo vince la politica antisodale. Avete distrutto il sistema delle donazioni solidali. Promesse disattese, interessi politici. Gli italiani non doneranno più un euro per le popolazioni che ne avranno bisogno, semplicemente perché i soldi non sono andati ai terremotati”.

(Letto 660 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 660 volte, 1 oggi)