ASCOLI PICENO – Nuovi contratti triennali di coltivazione del grano duro 2017-2019 in base ai quali il Gruppo di Parma Barilla acquisterà oltre 200 mila tonnellate dagli agricoltori di Marche, Umbria, Toscana e Lazio con una crescita del livello qualitativo pari al +1% di proteine rispetto al 2016. E’ stato affermato durante il “compleanno” dello stabilimento di Ascoli.

Oltre 3.000 le aziende agricole del Centro Italia coinvolte e 20.000 gli ettari che rientrano nel nuovo contratto. Circa il 40% dei volumi acquistati da Barilla (80.000 tonnellate) riguarderà le varietà top quality aureo e svevo che garantiscono un livello proteico superiore al 13,5%. L’accordo si traduce anche in una maggiore remuneratività per le imprese agricole del territorio.

“Sostegno agli agricoltori terremotati” è stato affermato.

(Letto 159 volte, 3 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 159 volte, 3 oggi)