ANCONA – “Export manifatturiero marchigiano in rialzo del +0,6% (+15,1 milioni di euro) nel primo trimestre 2018 al netto del settore farmaceutico che invece ha fatto registrare -18,4% (-80,6 milioni di euro)”.

Lo evidenzia un’analisi dell’Ufficio studi di Confartigianato secondo cui le esportazioni manifatturiere delle Marche (2,8 miliardi di euro; 98% del totale) sono diminuite (-2,3%; -65,5 milioni di euro) nello stesso periodo in controtendenza con il dato italiano (+3,5%). Il totale dell’export (compreso quello non manifatturiero) è diminuito dell’1,6% nello stesso periodo.

In calo è risultato l’export di articoli in pelle e simili (-5,0%), macchinari e attrezzature (-4,3%) e prodotti chimici (-3,4%).

Sono cresciute le esportazioni di prodotti metallurgici (+15,6%), di apparecchiature elettriche e per uso domestico non elettriche (+15,0%). Per i mercati di destinazione gli Usa hanno fatto segnare il calo più significativo (-21,7%), seguiti da Belgio (-21,3%). Sale l’export in Turchia (+39,2%) e Cina (+28,9%).

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 44 volte, 1 oggi)