ASCOLI PICENO – Dopo l’apertura con la Milanesiana di domenica e lunedì, “L’Altra Italia. Quale Italia? Dal ‘68 al 2018. Come (non) siamo cambiati” promossa dal Comune di Ascoli Piceno e AMAT prosegue da martedì 17 luglio.

Un invito ad immaginare il futuro osservando un cinquantennio di cambiamenti e confrontandosi con i protagonisti della cultura politica contemporanea la giornata di martedì 17 si apre con un Aperitivo filosofico a cura di Filofest, alle 18.30 in Piazza Ventidio Basso. Inserito nella nuova sezione “In Parallelo”, l’appuntamento propone una chiacchierata guidata da Andrea Ferroni, consulente filosofico, senza formalità e rinfrescata da un calice di buon vino sui grandi temi del pensiero.

Appuntamento clou è quello serale con “A Tu Per Tu”: sul palco allestito in Piazza Ventidio Basso alle 21.30 saliranno il vescovo di Ascoli, monsignor Giovanni D’Ercole, il giornalista e scrittore Camillo Langone, l’analista politico Pierpaolo Saleri, autore con Andrea Tornielli del libro “Il denaro non governa”, che illustrando il pensiero etico-sociale del più grande leader spirituale dei nostri tempi, papa Francesco è un vero e proprio “manifesto per i cristiani in politica, e non solo”. Modera l’incontro il giornalista del TGR Marche Vincenzo Varagona.

Mercoledì 18 luglio la manifestazione prosegue con gli appuntamenti de L’Altra Italia Young alla Chiesa Sant’Andrea alle 17 con un laboratorio per i più piccoli dal titolo “Quale pietra?” incentrato sul travertino che caratterizza l’architettura ascolana. Con “Sempre alla chiesa di Sant’Andrea”, alle 18.30, appuntamento con L’Altra Ascoli, incontri e visite guidate a cura dei Musei Civici. Tema “Quale Romanico?” ed a cura di Stefano Papetti direttore dei Musei Civici e Andrea Viozzi. Chiude la giornata “A Tu Per Tu”, in Piazza Ventidio Basso alle 21.30, con un incontro fra lo storico Franco Cardini e il sindaco Guido Castelli.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.