ASCOLI PICENO – Svolta nell’entroterra ascolano.

Per i miasmi del depuratore di Campolungo il Pm Cinzia Piccioni ha rinviato a giudizio tre persone.

Sono il presidente di Piceno Consind Domenico Procaccini (ente proprietario dell’impianto), il presidente del consiglio di amministrazione della Picena Depur Longino Carducci e dell’amministratore delegato Fausto Latini.

Il 20 febbraio 2020 si terrà la prima udienza al tribunale di Ascoli.

I tre, secondo l’accusa, dovranno rispondere di “emissioni gassose nell’ambiente e odori nauseabondi”

I residenti di Villa Sant’Antonio più volte, anche tramite manifestazioni, avevano protestato per i malodori.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.