ANCONA – “Regione Marche in prima linea nella lotta al bullismo”. Su proposta dell’assessore all’Istruzione, al Lavoro e alla Formazione Loretta Bravi, la Giunta ha approvato criteri e modalità per erogare i finanziamenti per gli interventi di prevenzione e contrasto dei fenomeni di bullismo, cyberbullismo, sexting e cyberpedofilia.

“Per il 2020 le risorse a disposizione ammontano a 100mila euro – spiega Bravi -. Il provvedimento prevede di individuare una rete di scuole, una per ambito provinciale, in grado di realizzare linee guida per costruire e gestire un sistema antibullismo certificato che assicuri il rispetto e la tutela dei minori. Questa modalità strategica serve ad evitare interventi frastagliati e mette a sistema un modello che favorisca la diffusione dei valori di civiltà e cultura della legalità soprattutto in ambiente scolastico e nei luoghi di aggregazione giovanile”.

La giunta intende anche “promuovere l’informazione e sostenere l’educazione ai nuovi media per l’uso consapevole e responsabile”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.