ANCONA – Il Numero di emergenza Unico Europeo compie un anno.

Era il 10 dicembre 2020 quando veniva avviato il 112 per le Regioni Marche ed Umbria, inaugurando la Centrale Unica di Risposta di Ancona. Un primo bilancio fa segnare numeri di tutto rilievo: sono state ricevute e gestite 1.179.611 chiamate di soccorso, di cui 558.713 inoltrate alle Centrali Operative di secondo livello in quanto valutate di effettiva emergenza, il resto filtrate in quanto chiamate improprie, indirizzando il cittadino verso numerazioni e servizi più corretti.

Il Nue serve 5 Centrali Operative dell’Emergenza Sanitaria, 19 Sale Operative della Polizia di Stato, 27 Centrali Operative dell’Arma dei Carabinieri, 6 Sale Operative dei Vigili del Fuoco, 1 Centrale Operativa del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto.

“Un grande lavoro di squadra – ha sottolineato l’assessore regionale alla Sanità, Filippo Saltamartini – portato avanti dai nostri tecnici insieme alle Regioni Umbria e Toscana, per offrire migliori e tempestivi servizi di soccorso alla popolazione, nel rispetto della normativa europea che ha introdotto la nuova numerazione”.

Anche con la Toscana, infatti, è stata sottoscritta l’intesa che prevede una mutua collaborazione in caso di “crash disaster”. Cioè, in caso di problemi tecnici o iper afflusso di chiamate per una maxi emergenza, è possibile il supporto e il vicariamento reciproco con la Centrale gemella, la Cur di Firenze.

Presso la Centrale di Ancona sono in servizio 44 operatori specializzati che garantiscono all’utenza  una gestione estremamente rapida del servizio: 5 secondi per la risposta e 53 di elaborazione della procedura di chiamata. Quella di Ancona è la prima Centrale interregionale d’Italia e garantisce una grande tutela per la sicurezza dei cittadini marchigiani ed umbri.

Il servizio Nue 112, previsto dalla normativa europea fin dal 1991, nasce in Italia nel 2010 e ad oggi più di 40 milioni di cittadini italiani sono già serviti da questo innovativo ed efficace servizio che offre, grazie a diverse tecnologie a disposizione della Centrale, la localizzazione avanzata del chiamante anche tramite GPS ed il servizio di interpretariato per cittadini di lingua straniera.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.