ASCOLI PICENO – Appuntamento di assoluto prestigio per la Cna di Ascoli Piceno e le aziende associate attive nel settore del fashion, attese tra qualche giorno su una delle vetrine più esclusive del panorama internazionale nell’ambito del progetto “Fashion Mood Movie” targato Cna.

Grazie al sostegno dell’associazione territoriale di Ascoli e in collaborazione con l’Amministrazione comunale, quattro importanti brand del Piceno e delle Marche, esponenti di spicco della moda Made in Italy conosciuti e apprezzati in tutto il mondo, saranno ospiti di Casa Fabrique, lo spazio messo a disposizione dalla rivista Fabrique du Cinéma per incontri, proiezioni e dibattiti durante la 79a edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Nel pomeriggio di giovedì 1 settembre, nell’esclusiva location di Villa Malusa, a pochi metri di distanza dal Palazzo del cinema di Lido di Venezia, la Cna di Ascoli avrà l’onore di inaugurare il ricco calendario eventi di Casa Fabrique durante il primo incontro in programma, presentando le ultime novità dal mondo della moda e mettendo in mostra le splendide creazioni frutto del tipico saper fare dell’imprenditoria picena.

A rappresentare il territorio di fronte a una platea di attori, registi e addetti ai lavori del settore cinematografico e non solo saranno quattro eccellenze del territorio, che insieme all’attrice Giorgia Fiori – già protagonista sulla passerella della sfilata Fashion Mood andata in scena lo scorso luglio a Grottammare – porteranno all’attenzione del pubblico capi e accessori realizzati dai maestri della sartoria picena e marchigiana.

A cominciare da Cristiano Torricelli, il designer che nell’ambito del progetto artistico che porta il suo nome elabora proto paint per le capsule dei più grandi brand di moda al mondo. Porterà con sé a Venezia capi d’abbigliamento unici e non replicabili, autentici pezzi da collezione realizzati con materie prime di altissima qualità e tecnologie altamente innovative, nel segno della personalizzazione e della sostenibilità. “Unicità come forma di lusso, lusso come forma di estrema qualità” è il motto di un brand che intende riportare in alto ovunque – anche nel metaverso – il valore dell’artigianalità nell’alta moda, facendo ricorso alle tecnologie più moderne nel rispetto dell’ambiente e del pianeta. Il progetto è supportato in toto da “Do Quality Start Up”, che ha a sua volta alle spalle un’azienda che opera nel settore dell’alta moda da più di 30 anni.

Presente a Venezia anche Arianna Trillini, presidente della Cna Picena nonché titolare di Quitto Bags, il brand tutto al femminile fondato nel 2017 per realizzare borse, zaini e accessori dal design deciso e funzionale destinati a un ampio pubblico. Quitto Bags prende spunto dallo slang inglese dei più giovani: quitting, ossia uscire di casa, da un videogame, da una determinata situazione, sentirsi liberi in ogni senso. Quitto propone collezioni svincolate da una specifica stagione, ideate su misura dei clienti e delle loro esigenze. Ideali per chi viaggia e intende scoprire il mondo, senza per questo mettere da parte le proprie radici e tradizioni. Oltre cento modelli lanciati sul mercato e più di 25.000 prodotti realizzati da un brand che punta in alto.

Il terzo brand pronto a conquistare Venezia è quello di Marta Jane Alesiani, designer di Force comunicativa e intraprendente, camaleontica e ironica, che nel 2016 decide di dar vita al proprio marchio. Un autentico tripudio di visioni colorate e uniche, nate dai quadri dell’artista con insolite e divertenti anomalie, capaci di catapultare nel paese delle meraviglie. I prodotti vengono realizzati interamente nel territorio regionale con certificazione 100% Made in Marche: è la stessa designer a occuparsi dell’ideazione e della confezione dei capi e dei cerchietti iconografici simbolo del brand fin dalla fondazione, mentre gli altri accessori vengono realizzati dai maestri artigiani delle botteghe sparse tra i borghi dei Sibillini, conferendo un tocco di unicità a ogni capo.

A chiudere il cerchio sarà Monia Bastianelli con la sua Monia-Sartoria Italiana, brand nato dalla passione per la moda, il cucito vintage e la maniera di lavorare in voga dagli anni ’30 agli anni ’50. Il suo atelier di Chiaravalle (Ancona) ripropone il modello dell’antica bottega del sarto, in cui commissionare capi su misura o, in alternativa, scegliere tra diversi modelli unici della collezione di Monia Bastianelli, interamente realizzata a mano. Gli abiti ideali per ogni occasione, con un’attenzione privilegiata riservata alla scelta del materiale e agli abbinamenti, anche in collaborazione con altri maestri artigiani delle Marche o provenienti da tutta Italia.

«Siamo orgogliosi di presentare una straordinario opportunità di promozione non solo per le aziende coinvolte nel progetto, ma per l’intero territorio piceno e marchigiano – dichiara Francesco Balloni, direttore della Cna di Ascoli -. A partire dalla sfilata Fashion Mood, uno degli eventi di punta della nostra associazione, stiamo cercando di dar vita a nuove sinergie per valorizzare le creazioni e la professionalità dei nostri artigiani anche al di fuori dei confini regionali».

Ad accompagnare le aziende e la Cna di Ascoli ci sarà anche il sindaco di Ascoli, Marco Fioravanti, la cui presenza a Lido di Venezia contribuirà a dare ulteriore lustro alla storia, alle bellezze alle splendide realtà imprenditoriali di Ascoli presentate su una delle più prestigiose vetrine internazionali, in un’ottica di ulteriore valorizzazione e promozione del nostro territorio.

«Il mondo del cinema, con la sua filiera, rappresenta senza dubbio un mercato di riferimento per noi imprenditori attivi nel campo del fashion – conferma Arianna Trillini -. Di fronte a occasioni di questo genere è necessario farsi trovare pronti e allacciare contatti preziosi anche in chiave turistica: è per questa ragione che abbiamo fortemente voluto coinvolgere l’Amministrazione comunale di Ascoli riscontrando un grande entusiasmo da parte del sindaco Fioravanti, a ulteriore conferma della bontà del lavoro svolto dall’associazione in questi anni».

«L’obiettivo è stabilire nuove connessioni tra il Piceno e potenziali nuovi partner del settore cinematografico e turistico – afferma Irene Cicchiello, responsabile Cna Federmoda Ascoli Piceno -. Abbiamo la fortuna di poter contare su delle aziende leader del settore moda a livello nazionale e internazionale, che da perfetti ambasciatori del nostro Made in Marche sapranno rappresentare al meglio il territorio e i suoi punti di forza».

«Ci troviamo di fronte a due grandi occasioni – afferma il sindaco Marco Fioravanti – che riguardano da un lato il consolidamento del progetto di rete che stiamo portando avanti con la Cna di Ascoli e, dall’altro, la presenza della nostra città alla Mostra del Cinema di Venezia. L’obiettivo è proiettare Ascoli verso una nuova dimensione, aprendo le porte ai visitatori e a nuove opportunità tramite azioni coordinate, da portare avanti lavorando anche sulla formazione secondo una visione complessiva condivisa. Colgo l’occasione per ringraziare Giorgia Fiori, che ha voluto fortemente voluto inserire uno spazio riservato alla sua Ascoli nel cartellone eventi di Casa Fabrique».

«La parola chiave è collaborazione – aggiunge Giorgia Fioriun concetto di fondamentale importanza per creare sinergie importanti tra professionisti, anche per quanto riguarda l’artigianato. Anche in ottica cinematografica, Ascoli può contare su uno straordinario patrimonio culturale e artistico, da sfruttare al meglio con il sostegno di aziende che fanno della ricerca del particolare e della cura del dettaglio il loro marchio di fabbrica».

 


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.