ASCOLI PICENO – Nel suo giro ferroviario per l’Italia, Matteo Renzi domani pomeriggio raggiungerà la città alle ore 18:15, dove incontrerà, a porte chiuse, dirigenti ed esponenti provinciali del Partito Democratico. Da lì, poi, si dirigerà in alcune località terremotate fra cui Arquata, dove arriverà dopo l’imbrunire.

Una curiosità di questo estemporaneo viaggio per la penisola del segretario del Pd è dovuta al fatto che, nel Piceno, Matteo Renzi bypasserà velocemente San Benedetto del Tronto (dopo una semplice sosta “tecnica” alla stazione di Porto Sant’Elpidio) per poi dirigersi con la sua “Freccetta” privata (e presa in affitto a quanto pare), ridotta per l’occasione a tre carrozze, alla stazione di Ascoli. Sarà la prima volta, e ultima probabilmente, che un Frecciabianca si farà vedere nel capoluogo.

Peccato che la popolosa città di San Benedetto, dove il Pd alle scorse, pur sfortunate, elezioni amministrative ha ottenuto quasi cinquemila voti, dovrà rimanere a bocca asciutta. Chi vorrà potrà vedere un’ennesima “Freccia” che passa senza fermarsi.

Il Frecciabianca, con Renzi a bordo, ripartirà da Ascoli dopo le 20 diretto a Pescara, dove arriverà in serata.

(Letto 4.790 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.790 volte, 1 oggi)