ASCOLI PICENO – Il 29 novembre, ai piani superiori del Liceo Artistico “Licini” di Ascoli, si è verificato e poi risolto un piccolo malfunzionamento all’impianto di riscaldamento. I tecnici della ditta che, per conto della Provincia, si occupano della manutenzione sono prontamente intervenuti per sistemare la problematica e ripristinare la piena operatività del riscaldamento in tutti i locali della scuola.

La gestione del calore degli impianti presenti negli edifici scolastici è assicurata attraverso il servizio di un’impresa affidataria che verifica, monitorizza ed interviene, sempre reperibile anche con un numero verde, fermo restando che i Dirigenti Scolastici hanno anche i contatti di riferimento dei tecnici del Servizio Patrimonio ed Edilizia scolastica della Provincia a cui possono rivolgersi in qualsiasi momento per segnalare necessità, esigenze o problematiche.

Michael Malara, responsabile provinciale scuole Forza Italia Giovani Ascoli Piceno, aveva affermato: “Ci stiamo avvicinando al mese di dicembre e non è possibile che persista questo problema. Chiedo al Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo di intervenire affinché questo fenomeno si risolva e non si ripeta”

“L’Amministrazione Provinciale considera l’Edilizia Scolastica prioritaria – ricorda il Consigliere Provinciale Daniele Tonelli – tanto che nel Bilancio 2017 per le scuole sono previsti oltre 10 milioni di euro e ci sono 2 milioni e 770 mila euro di fondi ministeriali per la messa in sicurezza, adeguamento e miglioramento sismico. Stanziati anche ulteriori 70 mila euro per il “progetto sicurezza scuole”.

Inoltre per la manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici scolastici sono a disposizione circa 450 mila euro e 230 mila euro sono stati destinati a progetti di monitoraggio vulnerabilità sismica degli istituti, tra cui il Licini, per verificare eventuali necessità di miglioramento sismico.

(Letto 64 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 64 volte, 1 oggi)